Editoriale 1930

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

Editoriale 1931

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

Editoriale 1932

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

All'età di 78 anni, mio ​​zio Abraham Gumbel, noto ai lettori di questo giornale come "Emel", andò dolcemente a Heilbronn nel paese dal quale non c'è ritorno. Nacque nel villaggio di Stein am Kocher, dove i nostri antenati erano basati da oltre 200 anni, sepolto a Heilbronn. Con lui, una delle poche persone libere che pensano indipendentemente, che la nostra presunta "terra di poeti e pensatori" deve mostrare è morta. >> leggi tutto

Gli Hohenzollern, che sono noti per essere in pessime condizioni, sono in contenzioso per estrarre una pensione annuale da 1 1 / 2 milioni dalla Repubblica tedesca. Credono di avere un'affermazione legittima che le persone che hanno cavalcato con l'inchiostro manomettono. In modo che possano vivere secondo il loro standard. "In conformità con gli standard", vale a dire come si adatta a loro, ma soprattutto senza dover portare il pane quotidiano con i mezzi degradanti del lavoro. >> leggi tutto

Su 19. Settembre 1902 fece costruire a Guglielmo II un memoriale sul Grimnitzer Heide, che annunciò di essere qui 200. Hirsch "portato in pista". Nell'anno 1900, negli scioperi degli operai del tram a Berlino, Guglielmo II mandò un messaggio al comando del Corpo di Guardia, che recitava: "Mi aspetto che almeno le persone 300 vengano abbattute quando intervengono le truppe". >> leggi tutto

Le disastrose forze che hanno fatto precipitare la Germania in rovina per dieci anni hanno continuato a rimbombare. Sembra che le masse di questo popolo non abbiano imparato il minimo dai sanguinosi e tragici insegnamenti del suo passato. Soprattutto, non la classe che un tempo si vantava di rappresentare "educazione e proprietà". Non è emersa la minima consapevolezza che nient'altro è da biasimare per la sfortuna della Germania se non il culto illimitato della violenza, il fanatismo della politica di potere. >> leggi tutto

Una professione insoddisfatta Walther Rathenaus: "Siamo alla tomba della grande epoca capitalista. L'alto capitalismo è finito, non il capitale. Tutto ciò sopravviverà a lungo, sia come capitale statale che personale. Ma l'alto capitalismo come movimento mondiale - sebbene non abbia ancora raggiunto la sua vetta più alta in Occidente - è un colosso deceduto. Possiamo dargli il suo elogio ... " >> leggi tutto

Editoriale 1933

Per i primi dieci anni, Erich Schairer ha scritto articoli editoriali settimanali per il suo "Sonntags-Zeitung" praticamente senza lacune. Solo negli anni 1931 e 1932 il suo collega Hermann List divenne temporaneamente un editore. >> leggi tutto

Negli ultimi mesi un certo numero di automobilisti responsabili di incidenti stradali sono stati condannati a pene detentive. E forse alcuni lettori di giornali si sono chiesti o se ne sono pentiti segretamente dei condannati, a seconda del loro atteggiamento. Ma a torto. Perché ciò di cui si tratta è solo la forma tedesca di una lotta ... >> leggi tutto