Opportunità mancate

Paul von Hindenburg (* 2, ottobre 1847 a Poznan, † 2, agosto 1934 su Gut Neudeck, Prussia orientale) Becchino della Repubblica di Weimar

- Yg. 1930, No. 49 -

La "Giornale generale tedesco" ha sottolineato in questi giorni la cecità quasi suicida con cui la Repubblica ignora le inevitabili necessità del popolo tedesco di fanatici e scontri religiosi. È, esclama, una malvagità, in un popolo, che gode della gioia di soldi nel sangue, di lasciare l'esercito senza uniforme da parata, e se l'abolizione degli ordini e, ad esempio, i diplomatici come vasi sostitutivi, portasigarette con diamanti e altri Semplicemente non si sa che una cosa del genere non può sostituirsi e che non possono mai esserci le conquiste morali e politiche che la Francia, ad esempio, fa con la sua Legione d'Onore.

C'è qualcosa in esso. Più è difficile per uno stato, più dovrebbe prendersi cura di queste cose imprevedibili. Il popolo tedesco avrebbe probabilmente superato le restrizioni delle proprie forze armate molto più facilmente se fosse stato almeno vestito con magnifiche uniformi da parata [...]

Così negli ultimi anni è sorto un dubbio vuoto dal desiderio represso, in cui l'insipido Herr Hitler, che conosce i bisogni delle masse, ora scorre con il suo vivace esercito delle SA. Non si chiedono più programmi e argomenti, ma si chiede l'apparato. È significativo che oggi non si possa fare politica senza grandi e imponenti marce con musiche di ottoni. Un profondo desiderio, ignorato dalla repubblica, si immobilizza fuori di sé. I cuori non riuscivano a trovare la strada per lo stato popolare, ora le mani si ritrovano sulle cuciture dei pantaloni, e il più leggero dei raggruppamenti emerge come da solo: la colonna del gruppo.

Che cosa hai fatto a molte migliaia di persone quando le hai derubate della prospettiva di medaglie! La loro magia è innegabile. I loro possedimenti davano colore e soddisfazione anche all'esistenza più povera. C'erano momenti alti nella vita quando uno si abbottonava radiosamente le proprie medaglie e veniva sollevato dalla terra; Anche dopo che la vita di tutti i giorni poteva essere di nuovo schifosa, il bisogno di riconoscimento sapeva di poter trovare soddisfazione di volta in volta.

Nei difficili anni del suo sviluppo, la repubblica avrebbe dovuto essere in grado di usare queste debolezze umane in silenzio, anzi. Uno non cambia il carattere di un popolo con le ordinanze di oggi e di domani, e solo cose così irreali come la magia religiosa e altre hanno la forza vitale più dura.

Il America posata a secco con la forza l'alcol fuoriesce da tutti i pori; Il popolo tedesco, derubato della sua più stupida stupidità, crea le sue parate militari e le persone private lontano dallo stato.

Non si dovrebbe stuzzicare un cavallo per la coda, specialmente se si tratta di un vecchio cavallo militare.

1930, 49 oha

Il grande tamburo. Il "Völkischer Beobachter", l'organo del "Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori", porta il seguente rapporto: Grande tamburo è necessario per il dipartimento di musica dell'NSDAP. Offerte vantaggiose per il dipartimento di musica della NSDAP di Monaco, Corneliusstraße 12. - Il signor Hitler è sempre stato per la batteria.

1923, 15